L'Angolo dell'Infisso di Lorenzini Linda
Via Manin, 4 ang. via Del Palazzo, 59
loc. Spicchio - Vinci (FI)
P. IVA 05671100484

 

© 2021 STUDIO IMMAGINE VideoAuge
image-905

COOKIE POLICY

 

PRIVACY POLICY


facebook
instagram
whatsapp
phone

superobonus ecobonus
SUPERBONUS 110%

Il Decreto Rilancio 13.05.2020 ha introdotto il superbonus 110% che permette di fare una serie di lavori per la propria abitazione senza RISPARMIANDO FINO AL 110% dell'importo speso.
A partire dal 1° luglio 2020 e prorogato fino al 30 giugno 2022. Solo per i condomìni che a giugno 2022 hanno concluso almeno il 60% dei lavori, il superbonus è prorogato fino al 31 dicembre 2022.

superobonus ecobonus
superobonus ecobonus
superobonus ecobonus

Per quali lavori spetta il superbonus 110%

Chi può usufruire del superbonus 110%

Come usufruire del superbonus 110%

Per avere il 110% di sconto serve prevedere nel pacchetto lavori uno di questi due interventi “trainanti”:

 

- il cappotto termico interno od esterno dell’edificio

 

- la sostituzione della caldaia tradizionale con una caldaia a condensazione o a pompa di calore

 

Questi due interventi di riqualificazione energetica hanno accesso al superbonus e fanno rientrare nello sconto del 110% altri 5 tipi di interventi tra i quali la sostituzione degli infissi.

L’insieme degli interventi, per il quale c’è l’obbligo di asseverazione da parte di un tecnico abilitato che effettuerà una diagnosi termica sia prima che dopo i lavori, deve portare all’immobile un miglioramento di 2 classi energetiche in base all’attestato di prestazione energetica (Ape).

Possono beneficiare del superbonus, le persone fisiche che al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni abitano in condomini ma anche in singole unità abitative adibite esclusivamente ad abitazioni principali. 

 

Quindi sia che si abiti in un condominio o in una casa singola, deve trattarsi sempre di abitazione principale.

 

Le seconde case non sono ammesse all’interno del superbonus 110%.

Per richiedere il superbonus 110% è necessario rispettare dette misure.

 

Se non hai già a disposizione dei consulenti specializzati nel trovare la migliore soluzione per la tua abitazione per quanto riguarda il cappotto termico, la caldaia a condensazione o pompa di calore, gli infissi con i loro componenti possiamo metterti in contatto con uno studio tecnico abilitato per le asseverazioni richieste dal decreto.

CONTATTACI SUBITO PER MAGGIORI INFORMAZIONI


facebook
instagram
whatsapp
phone
ECOBONUS 50%

In Alternativa al Superbonus 110%, che a volte può risultare faticoso per burocrazia e limitazioni, c'è comunque la tradizionale possibilità di accedere alla detrazione Ecobonus del 50% in 10 anni.

 

Per acquistare e installare infissi, rispondenti ai requisiti richiesti dalla legge per rientrare nell’Ecobonus (legge 296/06)  in un’immobile a prevalente uso abitativo regolarmente accatastata, dove è presente un impianto di riscaldamento funzionante potrò usufruire della detrazione del 50% in 10 anni ecobonus legge 296/06.

 

Si pagherà l’intero alla fine dei lavori e in seguito si detrarrà il 50% del totale speso in dieci anni in sede di dichiarazione dei redditi se vi è capienza IRPEF.

 

Spesso si decide di ricorrere all'Ecobonus 50% anzichè al Superbonus 110%, in quanto molto più facile e veloce da ottenere.

superobonus ecobonus
superobonus ecobonus
Interventi coperti dall'Ecobonus 50%
Chi può usufruire dell'Ecobonus 50%

- serramenti e infissi

- schermature solari (persiane e tapparelle)

- caldaie a biomassa, a condensazione in classe A e sistema di termoregolazione evoluto

- pompe di calore

- scaldacqua a pompa di calore

- coibentazione a involucro

- pannelli solari

- generatori ibridi

- sistemi building automation

- micro-cogeneratori

Possono beneficiare della detrazione i soggetti, residenti e non residenti, titolari di qualsiasi tipologia di reddito; nello specifico:

 

- proprietario;

- detentore di un diritto reale (diritto di usufrutto, di uso, di abitazione, di superficie);

- soci di cooperative a proprietà divisa e indivisa;

- i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);

- detentore dell’immobile (locatario, comodatario);

- familiare convivente (per immobili appartenenti all’ambito “privatistico”);

- coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;

- convivente di fatto di cui all’art. 1, commi 36 e 36 della Legge n. 76 del 2016;

promissario acquirente.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder